Filettino: il comune ribelle che vuol farsi principato

principato di Filettino Filettino, Fr

A Filettino si fa sul serio. Sono arrivati anche il New York Times e la televisone olandese, a documentare la lotta autonomista del paesino del nord della Ciociaria.  Tra le tante proteste dei piccoli centri dal destino segnato nel decreto di ferragosto, che prevede l’ accorpamento dei paesi  con meno di mille abitanti, quella di Filettino,che ha deciso di trasformarsi in Principato, è senz’ altro la piu’ pittoresca ma, a sentirne i promotori,  anche la piu’ determinata. “Il Principato di Filettino, s’ ha da fare”, parola del sindaco, Luca Sellari, che in meno di un mese è passato dalle parole ai fatti, coniando moneta e chiedendo pareri legali.

Com’ è iniziata tutta questa storia? “Mi hanno chiesto un parere sul decreto che riguardava i piccoli comuni, il 16 agosto e io ho risposto che Filettino sarebbe diventato un Principato. E’ un’ idea su cui stiamo lavorando in realtà, da molto prima: qui parliamo di autonomia dal settembre dello scorso anno, il decreto è stata solo la goccia che ha fatto traboccare il vaso.”

Ma l’ idea del Principato come vi é venuta? ” Pensando alle nostre risorse, alle ricchezze del nostro territorio che secondo noi, a livello centrale, non sono gestite nel modo migliore. Io sono un imprenditore e ragionando sulle potenzialità di questa zona, è stato naturale arrivare all’ idea dell’ autonomia.”

Che intende dire? “Questo è un territorio particolare, molto ricco dal punto di vista naturalistico. Innanzitutto la nostra posizione, sui monti Simbruini, a piu’ di duemila metri con impianti sciistici che, in alta stagione, sia d’estate che d’ inverno richiamano grandi flussi turistici.”

Quanti residenti conta Filettino? “598. Ma non ci si puo’ fossilizzare su questo numero. Qui amministriamo un territorio di 8000 ettari, un patrimonio immobiliare di circa 6000 appartamenti, nella stagione turistica arriviamo ad ospitare 25000 persone. Filettino, è una realtà importante. Con le nostre fonti riforniamo di 400000 litri di acqua al secondo 47 comuni della parte orientale della provincia di Roma. Tutte queste cifre devono far riflettere sulla definizione di ‘piccolo comune’.” Qundi è un problema legato alla possibilità di gestire direttamente queste  ricchezze? “Certo, gestirle direttamente e far si che i benefici ricadano sul territorio da cui questa ricchezza parte.”

 A qualcuno potrebbe venire in mente la parola ‘egoismo’ “Noi siamo italiani e continueremo ad esserlo. Ma il progetto di Filettino è il primo vero progetto che punta ad applicare principi che già da tempo si discutono a tutti i livelli in Italia. In molti si riempiono la bocca con il concetto di federalismo, la nostra lotta autonomistica è il primo, concreto tentativo di applicare questo principio in Italia.”

Perché la forma di Principato? “Il Principato, presuppone un Principe, alimenta un sogno, è una cosa bella. Qui, nel 600 esisteva la ‘magnifica comunità di Filettino’, e la nostra città ha vissuto il suo splendore, vorremmo ritornare a quegli splendori”

Ma chi sarà il Principe di Filettino? “A dir la verità,c’è la fila. Nei giorni scorsi siamo stati contattati da diversi nobili che si sono offerti di ricoprire quel ruolo. Io non nascondo, che mi piacerebbe continuare a fare il mio lavoro con un titolo diverso. Si, aspirerei a diventare Principe”.

In concreto, pensa davvero che ci sarebbero i margini, a livello giuridico, per la creazione del Principato di Filettino? “Siamo in contatto con un importante legale, l’ avvocato Taormina che si dice ottimista sulla possibilità di trovare la strada per arrivare alla nostra autonomia.”

Avete già coniato una vostra moneta, il ‘fiorito’, su cui é stampata anche la sua immagine, quanti ne girano attualmente? “ Al momento abbiamo distribuito 40000 pezzi, ai cittadini di Filettino e anche a collezionisti che ne hanno fatto richiesta. Per ora, il valore delle banconote è puramente simbolico ma è un ulteriore passo per ribadire che noi crediamo che si possa realizzare questo progetto.”

Filettino, su tutti i giornali, il flusso turistico ne ha risentito? “E’ incredibile, in effetti stiamo attirando tante persone curiose che vengono qui per informarsi di quello che sta succedendo e simpatizzare con la nostra causa.”

Insieme a Filettino molti altri piccoli comuni italiani si stanno rivoltando contro l’ ipotesi accorpamento, agli occhi di molti, queste sembrano rivolte particolaristiche per difendere poltrone e privilegi. “Macché privilegi! Io, da sindaco, inizio a lavorare alle 8.30 e finisco in tarda serata. Il lavoro di un amministratore di un piccolo comune è impegnativo, capillare. I nostri stipendi, relativamente al lavoro che facciamo, non sono lontanamente paragonabili a quelli dei parlamentari. Gli sprechi sono altri, io ho 6 impiegati per amministrare un paese che nella stagione turistica arriva a contare 25000 presenze. Non scherziamo, i privilegi non sono i nostri.”

Molte proteste sono anche legate a realtà campanilistiche: voi, per esempio, si sa che non sareste contenti di finire dentro il comune di Trevi nel Lazio, da cui vi divide un’ antica rivalità “Certo, anche questi sono elementi da tenere in conto. Non si puo’ mica cancellare con un decreto l’ identità storica di una comunità.”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...