Crisi: a Firenze nasce la trattoria del baratto

Pubblicato su “Vero”

Battere la crisi nata dai misteriosi movimenti della finanza moderna tornando al piu’ antico e basico metodo di commercio: il baratto. Ci hanno pensato i proprietari di una trattoria di via Poliziano a Firenze, che si chiama “L’ è maiala” che in toscano vuol dire “tempi bui”, esattamente come quelli che stiamo vivendo. In questo locale di 80 metri quadri all’ ombra del campanile di Giotto, si potra’ gustare una buona cena tradizionale toscana senza pensare troppo al conto finale. Si, perché qui, unico posto in Italia, si puo’ pagare con generi alimentari o con oggetti di artigianato secondo gli accordi da prendersi prima di sedere a tavola. Così per una ribollita bastano due chili di pomodori o quattro di patate. E se avete la dispensa vuota, niente paura, si valutano oggetti d’ artigianato. Se poi i soldi non sono un problema rimane sempre il solito vecchio metodo: contante o carta di credito. Guardare avanti rispolverando l’ antico,quindi, e l’ iniziativa bizzarra ha conquistato in pochi mesi molti consensi e a “L’ è maiala” cenare senza prenotazione, soprattutto nei fine settimana, è ormai impossibile. “La gente viene, un po’ per curiosità, un po’, anzi tanto, speriamo, anche per la cucina.” dice la proprietaria Donella Faggioli. Sia come sia l’ idea del baratto è stata un successone. “Si e ne siamo contenti. C’è venuto in mente vedendo la vita che in molti sono costretti a fare in questi tempi bui. C’è tanta gente che ci circonda che fa fatica ad arrivare a fine mese, figurarsi a mangiare fuori. Così abbiamo pensato di riproporre il baratto, ed è stato un successo.”
C’è una sorta di ‘listino’ per ogni singolo piatto? “I generi alimentari o gli oggetti portati per il baratto verrano valutati prima che il cliente si sieda a tavola nella fase della ‘trattativa’”
Che cosa possono portare le persone in cambio del conto? “Prodotti della terra, ma non solo, accettiamo anche manufatti d’antiquariato, artigianato, preferibilmente legati alla tradizione locale toscana a cui tutta la filosofia del locale è ispirata, però facciamo un’ attenta valutazione della merce: non vogliamo certo diventare un incrocio tra un’osteria e un robivecchi.”
E per chi volesse pagare con i cari vecchi soldi niente paura “Facciamo del nostro meglio per garantire un buon pasto con i piatti della tradizione toscana a prezzi ovviamente anti-crisi.”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...