“Papa Francesco mi ha cresimata, ora vorrei che battezzasse il mio bambino”

“Mia madre davanti la televisione è rimasta all’ inizio senza parole, poi mi ha chiamato e mi ha detto ‘ma guarda chi hanno fatto Papa’ sono arrivata davanti alla televisione, l’ ho visto e pure io non me l’ aspettavo proprio”, una grande emozione per Geraldine Tomassini, 22 anni e per la sua famiglia, argentina di Buenos Aires, quella provata la sera del 13 marzo scorso quando a piazza San Pietro, a Roma, la fumata bianca annunciava a tutto il mondo l’ elezione del nuovo Papa. Un Papa da subito molto amato, che ha scelto di chiamarsi Francesco e che viene dalla città di Gerardine anche se lei e la mamma Liliana che lo hanno conosciuto bene quand’erano in patria sono rimaste incredule per un po’ al momento dell’ annuncio “Quando mia mamma ha sentito quel nome, Jorge Mario Bergoglio, mi è venuta subito a chiamare e mi ha detto ‘ma lo sai chi hanno fatto Papa? Il prete che veniva sempre a scuola tua!’ Io non ci potevo credere, ma poi ho capito che era proprio vero ed è stata un’ emozione fortissima, ho sentito un grande orgoglio e una grande felicità anche perché so che persona speciale é. Mi sono ricordata subito di Bergoglio, di quando stavamo tutti in Argentina e lui veniva spesso nella mia scuola, “Nuestra Senora di Lujan de los Patriotas” che era un istituto religioso e lui era molto amico del preside, padre Isidro Carate.” Geraldine, a dodici anni venne anche  cresimata da Bergoglio e quel ricordo oggi la emoziona moltissimo ” Si il Papa Francesco ha cresimato prima i miei due fratelli maggiori, Matias ed Emiliano, e poi me. Era il 2002″ dice, guardando la foto che la ritrae, dodicenne, mentre l’ allora arcivescovo di Buenos Aires le impartisce il sacramento “io ero emozionata e, certo, ripensandoci dopo tanto tempo, allora non mi sarei mai immaginata di poterlo vedere dieci anni dopo affacciarsi a San Pietro, perché eletto Papa.” Eh si, la vita è strana. Quella di Gerardine è simile a quella di molti altri suoi connazionali, un anno dopo quella foto, lei ragazzina, si è trasferita con la sua famiglia in Italia, a Colleferro, in provincia di Roma, per iniziare una nuova vita dove ora vive con il suo compagno, Andrea Calicchia, pizzaiolo, e il loro bimbo di cinque mesi, Christian. Ha seguito un po’ la stessa rotta di Papa Francesco che quando venne eletto disse di essere un Papa che arriva dalla ‘fine del mondo’, strade ‘parallele’, che Gerardine spera tanto possano rincontrarsi, anche solo per pochi minuti. “Mi piacerebbe tanto rivederlo anche se so, che ora che è Papa, la cosa è un po’ complicata, ma io lo spero tanto. E del resto, per quello che posso vedere in televisione e sui giornali, non mi sembra che questo nuovo compito, abbia cambiato la persona alla mano che è sempre stato. Io me lo ricordo proprio come lo descrivono, un uomo buono, molto spiritoso e disponibile. Anche se era arcivescovo parlava con tutti, scherzava sempre con noi ragazzi quando veniva a fare le prove per le comunioni e le cresime, insomma, una persona normale, ‘uno di noi’.” Una persona normale ma anche speciale “Si, per me è un grande onore poter raccontare di averlo conosciuto. Ha cresimato me e i miei fratelli e ci ha insegnato il rispetto, la fede e l’ umiltà” e oggi Geraldine coltiva un sogno “Si, un grande sogno, che mi sembra irraggiungibile, ma chissà, la vita a volte ti fa le sorprese piu’incredibili. Sogno che il mio piccolo Christian possa conoscere Bergoglio e che Papa Francesco lo benedica e lo battezzi, sarebbe meraviglioso.”

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...