Tosca D’Aquino: “Dopo 11 anni mi sposo”

Pubblicato su “Diva e donna”

“Mi ha fatto una proposta che non potevo rifiutare, una lettera d’ amore, il massimo del romanticismo, quando l’ ho letta mi sono davvero emozionata e gli ho detto ‘se per caso speravi fino all’ ultimo che ti dicessi di no, con questa togliti pure ogni dubbio.” Sorride Tosca d’ Aquino, raccontando come il suo compagno, il produttore Massimo Martino, al suo fianco da undici anni, le ha chiesto finalmente di sposarla. “Ci scherzavamo su da tempo, ma per noi non era una cosa fondamentale. Stiamo insieme da tanto, la nostra è una unione forte, ma quando è arrivata quella lettera d’ amore non ho potuto fare altro che dire ‘sì, sposiamoci'” E così l’ attrice napoletana ci accoglie nella sua casa romana per raccontare le sue sensazioni alla vigilia di queste nozze,le seconde per lei, sposata in passato con Mauro Gabrielli .
Secondo matrimonio, un’ emozione diversa?
“Certo è diversa, per molti motivi. Io e Massimo condividiamo la vita da tanti anni, si puo’ dire che siamo una coppia rodata. La prima volta che mi sono sposata ero piu’ giovane, e follemente innamorata, anche in quel caso naturalmente si è trattato di un matrimonio d’ amore durato sette anni, coronato dalla nascita di un figlio, ma mi rendo conto oggi, che allora, io ero impreparata, perché meno matura, oggi mi sento molto piu’ pronta.
Perché c’è alle spalle una lunga convivenza?
Perché sono piu’ adulta e credo di aver raggiunto maggior consapevolezza su cosa sia veramente un rapporto importante, come gestire un matrimonio e come farlo durare.
Quindi puoi dirci il segreto per mantenere sempre vive storie d’ amore importanti
Il punto è proprio questo, secondo me, un segreto valido per tutti non c’é. Innanzitutto sono fondamentali i tempi della vita, io credo di aver incontrato Massimo che era l’ uomo giusto al momento giusto. Mi sono buttata nella storia con lui poco dopo la fine del primo matrimonio, perché sentivo che era l’uomo per me e non mi sbagliavo. Poi, la perfezione non esiste, non ci si puo’ aspettare che la vita ci porti solo giorni di sole, nelle storie lunghe si alternano alti e bassi, questo è normale, io pero’ posso dire che in questi anni sono stati molti di piu’ e piu’ intensi i momenti belli che quelli difficili, è per questo che, dopo undici anni, ci sposiamo.
Arrivata alle seconde nozze, cosa pensi di aver imparato dall’ esperienza precedente?
Sicuramente ora so che non basta dire ‘ci sposiamo’, che le cose non vanno bene da sole, come credevo allora, non è una cosa che succede così, in modo naturale, bisogna invece essere sempre concentrati sul rapporto, tenerlo vivo.
Quindi cosa conta in amore?
Sento tante persone, anche mie amiche, che sostengono: ‘in amore bisogna essere sé stessi’, ‘ma quando mai?’ dico io. Secondo me, è proprio il contrario, bisogna studiare una strategia, mettersi ogni giorno l’ elmetto e combattere per il proprio amore. Le cose non vanno per il meglio da sole, bisogna lottare e parlo di lotta, perché non è facile, io faccio un lavoro in cui sono spesso in giro, lontana da casa, in turné e le distrazioni e anche le tentazioni sono tante, percio’ bisogna impegnarsi ogni giorno per difendere la felicità.
I tuoi due figli, Edoardo di 14 anni (nato dall’ unione con Gabrielli ndr) e Francesco di 7, sono emozionati per questo matrimonio?
Veramente no, anche per loro è uno sviluppo naturale, non cambierà niente in casa. Edoardo, nato è sempre andato d’ accordo con Massimo, anche perché, devo dire che, a fronte di cose terribili che si leggono e si ascoltano, io sono stata molto fortunata nella gestione della mia famiglia allargata. Il papa’ di Edoardo abita a cinque minuti da casa nostra e lui lo vede quando vuole, la nostra separazione, sebbene dolorosa, ha sempre tenuto in considerazione prima di tutto il bene di nostro figlio, e sia Massimo che Mauro sono uomini estremamente intelligenti, che mi hanno sempre aiutato moltissimo in questo.
Ma i preparativi per il grande giorno come procedono?
La verità? Non sappiamo ancora nemmeno esattamente quando ci sposeremo, giugno o luglio, non so. Edoardo frequenta il liceo scientifico indirizzo lingua cinese e aspetteremo che torni dal viaggio d’ istruzione in Cina con la sua scuola. Poi, sicuramente, sarà un matrimonio molto intimo, con i parenti e pochissimi amici. Ora sto cercando l’ abito da sposa, ho già qualche idea ma ancora sono indecisa, comunque niente tailleur, andro’sul classico.
Ma come, tu e il tuo compagno lavorate nel mondo dello spettacolo, sei reduce dalle nozze piu’ sfarzose dell’ anno, quelle di Valeria Marini, non avrai anche tu un ‘matrimonio stellare’?
Sicuramente no, avremo un matrimonio che riflette quello che siamo noi. Infatti mi viene un po’ da ridere,qualcuno mi prende anche in giro ma noi siamo così, abbastanza schivi, poca mondanità, ci piacciono le cose semplici e anche il nostro matrimonio rifletterà questo.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...