Marco Baldini, l’ ex moglie: “Basta cattiverie”

“Quanta ipocrisia.. mi viene il vomito… sono le stesse persone che al funerale di Califano piangevano e poi, invece, lo evitavano come la peste da anni..per non parlare della lapide comunale in cui l’hanno lasciato sepolto… ora…la storia ha lo stesso sapore ..leggo..molti ci dispiace ehehe.. dai vi prego!!! Di cosa?!.. le persone in genere si aiutano in vita.. “ Uno sfogo amaro, è quello di Stefania Lillo, 40 anni, ex-moglie, di Marco Baldini, il giorno in cui il conduttore, annuncia di aver deciso di mettere fine a uno dei sodalizi più lunghi e di successo dello spettacolo italiano. La coppia Baldini- Fiorello è al capolinea, travolta, come il resto della sua vita, dalle difficoltà di Marco. “I miei problemi personali non mi consentono più di essere affidabile.” ha annunciato il conduttore fiorentino, “ Siccome non sono più in grado di garantire un buon livello di professionalità, preferisco non danneggiare la trasmissione e lasciarla. Nessun problema con Rosario e con Radio1. Faccio un passo indietro per rispetto.” Colpa dei suoi problemi personali dunque, che sono sempre quelli, da anni, di cui lui ha parlato lui stesso con sincerità più volte: il demone del gioco, i debiti da onorare, la serenità perduta. Un inferno da cui Baldini, per il momento, non riesce a uscire e che ne condiziona l’ intera esistenza, le scelte professionali e non solo. Per gli stessi motivi per cui oggi annuncia di volersi separare da Fiorello, la spalla storica dello showman siciliano, ha affrontato un’ altra separazione, ben più dolorosa, quella dalla moglie, Stefania Lillo, per cui ha dichiarato di provare ancora un sentimento profondo“E’ la donna della mia vita”, ha spiegato” La amo, per questo le ho detto: lasciamoci, altrimenti rovino anche la tua carriera.” E così è stato. Questa coppia che abbiamo conosciuto innamorata e allegra, che per molti anni aveva superato ostacoli e difficoltà e che avevamo incontrato mentre si impegnava per realizzare il sogno più grande, quello di un figlio, oggi, dopo la separazione, non esiste piu’, spazzata via dalle vicissitudini di Marco. Stefania, una donna forte, che ha dovuto affrontare questo tsunami nella sua vita, davanti alla notizia della rinuncia di Baldini alla trasmissione di Radio1, ha una sola preoccupazione  “Non ho altri pensieri se non una preoccupazione umana nei confronti di Marco. Io, che dovrei essere l’unica a puntare il dito, non lo farò mai: mi schiero dalla sua. Le persone non si lasciano a se stesse, le persone si aiutano, a prescindere dagli errori che hanno commesso. Ed è un discorso che non vale solo per  Marco, ma più in generale: se una persona a cui vuoi bene sta annegando,  con tutto che si è buttata da sola, tu che fai? Dici ‘mi dispiace,speriamo che riesca a nuotare, oppure ti butti e la salvi ?’ O almeno ci provi.. Califano è uno dei tanti esempi: l’ ho usato per sottolineare quanto può essere ipocrita l’essere umano .” Lei non ha mai lasciato Marco in balia dei suoi errori, errori che è una vita che lui cerca di rimediare, gli errori che anche lei ha pagato cari. Stefania quindi non molla Marco nemmeno ora, e con queste parole, invita tutti a sostenerlo, per quello che si può “In queste situazioni girarsi dall’ altra parte e dire ‘mi dispiace’  è meschino. C’è una storia molto bella che riguarda l’inferno e il paradiso. Le anime dell’ una e dell’ altra parte sono sedute ad una tavola imbandita di cose buone e sono molto affamate, quelli seduti all’inferno hanno un braccio metallico molto lungo e quando tentano di portarsi il cibo alla bocca non ci riescono, quindi muoiono di fame, in paradiso stessa storia: braccio lungo ma, invece di usarlo per portarselo alla bocca, le anime lo usano per imboccare il commensale davanti a loro, così tutti mangiano imboccati l’uno dall’altro… Credo e spero, che queste parole dicano tutto..” e continua,Stefania, “Il  fatto che Marco abbia lasciato il programma radiofonico è del tutto secondario,sono altre le cose importanti, ma mi rendo conto che viviamo in un mondo in cui la gente cura solo il proprio insano orticello. Marco ora avrebbe bisogno di sostegno, psicologico e materiale . Ma è una situazione delicata, perché capisco che venga spontaneo dire: ‘ma che vuole questo, si è rovinato da solo’.. Sarò una mosca bianca, ma per me questa, non è una giustificazione valida per girarsi dall’altra parte o puntare il dito e sai perché io non punto il dito su nessuno? Perché non è giusto: ognuno di noi,  che ha vissuto Marco e la sua vita sa, in cuor suo, quanto ha fatto e quanto invece avrebbe potuto fare….Non voglio rischiare di cadere nel patetico,dico solo: guardiamoci dentro .. “ Ma di cosa avrebbe piu’ bisogno Marco, in questo momento, secondo te? “Lo dico ormai da ‘esterna’: credo che lui abbia bisogno soprattutto di tornare a credere nelle sue capacità, che abbia bisogno di non essere trattato come un reietto, credo che debba ritrovare la sua dignità professionale e umana , e chi lo ama può fare molto per ridargliela.”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...